Un AVO-gita

                                                             Logo d'Iseo     (25 settembre 2010)

(clicca sulla foto per vedere la galleria)

 

Eravamo in 200... giovani (si fa per dire) … e forti (si rifà per dire), che il 25 settembre sono saliti sui pullman alle 7,00 e sono partiti alla volta d’Iseo, per vedere l’omonimo Lago, i dintorni, il “Montagnone” di Sensole e le isolette che lo contornano.
E' la prima volta che mi unisco al gruppo di “volontari” per una giornata distensiva e ricreativa. Questa nuova esperienza mi ha dato modo di toccare con mano la bellezza e la serenità del “volontario”. Alti o magri, belli o brutti, giovani o vecchi, tutti hanno stampato in volto il “sorriso” che, credo, sia il passaporto per dedicarsi agli “altri”. Ci siamo sentiti subito tutti uniti, ci siamo dati del “tu” e abbiamo parlato volentieri delle nostre attività per poi, confidenzialmente, parlare anche di noi. Specie noi “pensionati” che abbiamo (a volte...) del tempo da occupare, ma abbiamo anche degli “hobby” da coltivare e tante cose da raccontare.
Il tempo ci ha regalato di tutto: brutto il mattino con pioggia e freddo, specie durante la sosta all'autogrill. Poi è spuntato il sole tiepido delle giornate settembrine che ci ha consentito di ammirare le bellezze naturali di quest’angolo di Lombardia poco conosciuto dai piemontesi e della graziosa cittadina lacustre. Un grazie e cari saluti ai volontari di Lovere (BG) con cui abbiamo chiacchierato e condiviso parte della giornata.
Il pranzo sulle rive del lago, invitante e vociante ha unito i gruppi e allargato le conoscenze.
Più che in ogni Convegno ho potuto vedere da vicino le persone che guidano l' Associazione:
garbate, piacevoli, semplici ed affabili. Ho sentito parlare dell'organizzazione, certo complessa ed articolata, e ho pensato che non è facile gestire e coordinare tante esigenze e necessità. In tutti però ho trovato la determinazione a “fare”, senza strafare, e l’impegno a far bene e di più.
La giornata è passata veloce . Tornando a casa si meditano i propositi per essere più presenti e attivi.
L'auspicio è che non si perdano altre occasioni d’aggregazione e scambio d’esperienze, perchè il “servizio” è importante e noi dobbiamo essere “gruppo”, sempre di più.
Buon lavoro, e..... a rincontrarci presto !!!
                                                                                                          Franco Marchisio