IV Giornata Nazionale A.V.O. - Firenze

(20 ottobre 2012)

SABATO A FIRENZE LA IV GIORNATA NAZIONALE ASSOCIAZIONE VOLONTARI OSPEDALIERI 
L’assessore Saccardi: “Una realtà importante nel panorama del volontariato fiorentino” 

Un’occasione per far conoscere l’attività dell’associazione e, magari, trovare altri potenziali volontari. È questo l’obiettivo della Giornata nazionale dell’AVO (associazione volontari ospedalieri) arrivata alla quarta edizione e che quest’anno si é svolta a Firenze, sabato 20 ottobre. L’iniziativa, promossa da Federavo e organizzata da AVO Firenze e AVO Regionale Toscana, ha il patrocinio del Comune e della Provincia di Firenze e della Regione Toscana. 
“L’Avo è una realtà importante nell’ambito del ricco panorama del volontariato della nostra città – commenta l’assessore al welfare Stefania Saccardi – perché si occupa di persone malate o comunque in condizioni critiche, come anziani, che spesso, oltre alle cure medica e all’assistenza specializzata, hanno bisogno anche del sostegno e della vicinanza di qualcuno. Il volontario AVO dedica il suo tempo, in modo totalmente gratuito, agli altri. Un’attività davvero meritoria che testimonia, una volta di più, la generosità e la sensibilità dei fiorentini e dei toscani”. In Toscana sono infatti circa 4.500 i volontari dell’AVO (organizzati in 27 associazioni) che ogni anno svolgono, in una settantina di strutture, 450mila ore di servizio. E allargando lo sguardo all’Italia, i volontari salgono a circa 30mila per oltre 3,5 milioni di ore all’anno. 
"La nostra Giornata Nazionale - sottolinea M. Cristina Machado presidente AVO Firenze - rappresenta un momento per rendere visibile e far conoscere a tutti l’impegno dei volontari nelle varie realtà sanitarie, confermando nel contempo l’unità delle 240 strutture AVO presenti sul territorio italiano. L'AVO è una associazione nata a Milano nel 1975 e dal 1980 è presente a Firenze in tutti gli ospedali e nelle principali RSA dell’ area metropolitana. Da oltre 30 anni, quindi, i nostri volontari offrono ai malati, agli anziani e ai loro parenti un servizio di sostegno qualificato, organizzato e gratuito. Una presenza amica nella sofferenza e nella solitudine possibile solo grazie a tanti cittadini che, nel corso degli anni, dopo adeguati corsi e specifici momenti formativi, donano importanti momenti della loro vita agli altri e che con la loro abnegazione rendono la nostra azione sempre più efficace”. 

Tornando alla giornata di sabato, le iniziative si sono svolte a partire dalle 10.30, con sfilata delle “Moto dei Dottori” del Club Moto d’Epoca di Firenze; le moto sono rimaste esposte in Piazza Strozzi fino alle 17.30. Alle 11 presso l’Auditorium di Santo Stefano al Ponte è stato proiettato il filmato “Da Faesulae a Florentia” che rievoca le origini delle civiltà etrusca e romana collocandole virtualmente nella Firenze attuale. La manifestazione é ripresa alle 14 con la sfilata degli Sbandieratori e Musici della Signoria sul percorso da piazza Santo Stefano a piazza Strozzi, dove per l’intera giornata, c'é stato un gazebo informativo AVO. Alle 15, sempre presso l’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, ha preso il via la sezione istituzionale che ha compreso, tra gli altri, gli interventi del fondatore di AVO Erminio Longhini. La giornata si è conclusa con il concerto del pianista Leonardo Laurini direttore artistico della Corale Giuseppe Verdi di Prato e della soprano Silvia Pacini con la partecipazione della Corale Giuseppe Verdi. 

Come rappresentanza dell'AVO di Torino si sono recati a Firenze:

Galleria fotografica